Un “dolce contrasto” potrebbe essere il titolo di questa cucina. Il desiderio era quello di un arredo deciso ma sempre in armonia con la struttura già di per sé molto particolare. Le travi in legno chiaro, il pavimento dal disegno maculato, i serramenti minimali e i profili antracite delle putrelle hanno ispirato l’idea di una cucina che riprendesse il colore di quest’ultime creando un disegno rigoroso ed elegante.

Il contenimento e la funzionalità sono risolti dalle colonne e dall’isola che aggiunge piano di lavoro per la preparazione dei cibi e per pasti veloci ed informali. La zona tecnica sfrutta la parte posteriore del top con un “canale attrezzato” dove alloggiano prese di servizio, portapiatti, portamestoli e contenitori vari, sempre mantenendo la tonalità usata sul top in quarzo nero.

Una grande vetrata sulla zona operativa priva di pensili, dà luce e una piacevole vista verso l’esterno enfatizzando l’effetto minimale e lineare della cucina. Per non inquinare la geometria regolare delle travi e l’ampiezza della finestra si è scelto un piano cottura con la cappa integrata; dei faretti neri posti con regolarità sopra il piano risolvono l’illuminazione serale della zona operativa.

Torna alle realizzazioni
Chiedi un preventivo

Progetti correlati