Molteni&C rinnova l’attenzione per i maestri dell’architettura e del design con un progetto di riedizione di arredi disegnati da Gio Ponti, il grande maestro del ‘900. Nato a Milano nel 1891, attivo dagli anni’20 gli ani ’70, è stato architetto, industrial design, pittore, docente del politecnico, scrittore e fondatore della rivista Domus nel 1928.

La collezione Molteni&C, realizzata con la direzione artistica dello Studio Ceri&Associati, dopo un lungo percorso di ricerca e studio dei prototipi, grazie all’accordo firmato in esclusiva con gli eredi Ponti, comprende arredi e mobili prodotti per abitazioni private o per piccole serie: la sedia in alluminio disegnata da Gio Ponti nel 1935 per il primo Palazzo Montecatini di Milano; il comò in essenza di olmo, disegnato in diverse varianti tra il 1952 e il 1955, caratterizzato dalle maniglie applicate di varie essenze (olmo, noce nazionale, mogano e palissandro); la libreria in multistrato sagomato con rivestimento in olmo, realizzata nel 1956-1957 per casa Ponti in via Dezza a Milano; il tavolino con gambe metalliche, grigia verniciata a mano e piano in cristallo trasparente, disegnato nel 1945-55 sempre per la casa di via Dezza; la poltrona con struttura in ottone satinato e rivestimento in pelle bicolore bianco/blu, disegnata nel 1953 e presente in via Dezza; il tappeto in pelle di cavallino, disegnato nel 1954; le cornici specchiate in tre dimensioni.

Vivere alla Ponti video

 

 

 

Per maggiori informazioni clicca qui